Gio. Mag 30th, 2024

La piattaforma online SIISL (Sistema Informativo Inclusione Sociale e Lavorativo) metterà in contatto la domanda con l’offerta di lavoro in maniera semplificata e veloce

Redazione (Fonte: INPS)

Il Commissario Straordinario, in collaborazione con il Ministero del Lavoro, ha lavorato instancabilmente per mesi per sviluppare la piattaforma SIISL, che sarà operativa dal 1° settembre 2023, allo scopo di implementare la nuova misura “Supporto per Formazione e Lavoro”.

L’impegno della tecnostruttura proseguirà senza sosta durante tutto il mese di agosto e nei mesi successivi, con l’obiettivo di aiutare i cittadini occupabili ad accedere al mondo del lavoro attraverso programmi di formazione e impiego, compresi corsi di orientamento, formazione specializzata e progetti di utilità pubblica.

La piattaforma SIISL rappresenta una novità fondamentale poiché permetterà di creare un sistema che facilita l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, agevolando così l’occupazione.

A partire dal 1° settembre, i cittadini considerati occupabili, cioè quelli non in situazioni di particolare fragilità, dovranno compilare una domanda sul sito web dell’INPS o tramite i patronati.

Una volta completato il processo, verranno automaticamente indirizzati alla piattaforma SIISL, dove saranno guidati nei passaggi successivi.

Il percorso prevede la sottoscrizione di un patto di attivazione digitale e la necessità di contattare le Agenzie per il lavoro, seguiti dalla stipula di un patto di servizio personalizzato presso i centri per l’impiego.

Durante la frequenza dei corsi di formazione o altre iniziative di attivazione, i partecipanti riceveranno un beneficio di 350 euro al mese per un massimo di dodici mesi, previsto dal “Supporto per Formazione e Lavoro”.

Questo sostegno sarà esteso anche a più membri dello stesso nucleo familiare, purché abbiano un’età compresa tra i 18 e i 59 anni.

Per quanto riguarda i nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza e che comprendono minori, persone oltre i 60 anni, disabili o assistiti dai servizi sociali, il reddito di cittadinanza verrà erogato fino al 31 dicembre 2023.

Successivamente, a partire dall’1 gennaio 2024, tali nuclei potranno accedere alla nuova misura denominata “Assegno di Inclusione”.

Il Commissario Straordinario e il Ministero del Lavoro sono determinati a garantire il successo di questa iniziativa e continuano a lavorare instancabilmente per supportare l’occupazione e promuovere l’inclusione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *