Mer. Lug 24th, 2024

Fava: grazie a queste innovazioni, l’Istituto mira a migliorare la fruibilità e la trasparenza dei propri servizi

Redazione (fonte INPS)

Negli ultimi 12 mesi, più di 2 milioni di cittadini hanno utilizzato il sito INPS per accedere al “Consulente digitale delle pensioni”, un servizio basato sull’Intelligenza Artificiale e sviluppato nell’ambito dei progetti del PNRR. Questo strumento permette ai pensionati di verificare in modo semplice se hanno diritto a prestazioni integrative, adattandosi alle loro specifiche situazioni.

L’INPS è tra le prime organizzazioni pubbliche in Europa a implementare l’Intelligenza Artificiale nei servizi per i cittadini, un risultato in controtendenza rispetto al rapporto della Commissione europea sul decennio digitale, che posiziona l’Italia solo al 20° posto per l’adozione dell’IA.

Convegno sull’Intelligenza Artificiale Amministrativa

Il tema dell’IA nelle Pubbliche Amministrazioni è stato discusso nel convegno “Intelligenza Artificiale Amministrativa (IAA). Principi e regole per l’esercizio delle funzioni pubbliche”, tenutosi il 4 e 5 luglio a Roma, presso Palazzo Wedekind. L’evento, coordinato dal professor Gennaro Terracciano e organizzato dall’INPS e dall’Università degli Studi di Roma “Foro Italico”, ha visto la partecipazione di oltre 40 relatori nazionali e internazionali e circa 600 partecipanti da tutto il mondo.

Innovazioni e Servizi IA dell’INPS

Grazie all’implementazione di sistemi di assistenza virtuale e all’integrazione dell’IA, l’INPS mira a migliorare la fruibilità e la trasparenza dei servizi. L’Intelligenza Artificiale automatizza processi come l’assegnazione delle pratiche, la classificazione delle richieste, e l’analisi della documentazione. Ad esempio, oltre 3 milioni di messaggi PEC sono stati classificati e smistati automaticamente.

Assistenti virtuali avanzati, realizzati grazie all’Intelligenza Artificiale Generativa, rispondono in modo rapido alle esigenze dell’utenza, riducendo i tempi di attesa. Servizi come l’Assegno Unico Universale (AUU), il Supporto Formazione Lavoro (SFL), e la Cassa Integrazione (CIG) già beneficiano di queste innovazioni. Inoltre, tecniche di Machine Learning vengono utilizzate per prevenire frodi e rendere i servizi proattivi.

SIISL e l’Algoritmo “Best Match”

Il Sistema Integrato di Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) rappresenta un’infrastruttura digitale avanzata, utilizzata per il Supporto Formazione Lavoro e l’Assegno di Inclusione. Il sistema, sviluppato con tecnologie moderne, include l’algoritmo “SIISL Best Match”, che fornisce un Affinity Score tra curriculum vitae e offerte di lavoro. Questo modello di apprendimento automatico, basato su trasformatori, interpreta i campi di testo libero per trovare le corrispondenze più significative.

Dichiarazioni e Obiettivi Futuri

“L’Intelligenza Artificiale ci aiuterà molto nei prossimi anni a rimodulare e personalizzare i servizi e le prestazioni INPS sul ciclo della vita dei cittadini”, ha dichiarato il presidente Gabriele Fava, sottolineando che l’IA non sostituirà le persone ma valorizzerà le competenze e renderà i servizi più competitivi.

Valeria Vittimberga, direttore generale dell’INPS, ha aggiunto: “L’Istituto è stato uno dei primi Enti pubblici a emanare una specifica direttiva sull’uso della IA: un documento strategico con cui ci impegniamo per un utilizzo etico e trasparente delle nuove tecnologie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *