Gio. Mag 30th, 2024

Un’indagine pubblicata oggi conferma che la presenza di una forza lavoro qualificata è essenziale per il successo delle piccole e medie imprese in Europa. Questi risultati emergono proprio nel giorno in cui la Commissione Europea presenta una serie di iniziative volte a sostenere le PMI nell’incremento della loro forza lavoro qualificata. Queste iniziative comprendono programmi di formazione all’interno dei partenariati su vasta scala previsti dal Patto Europeo per le Competenze e altre misure mirate a soddisfare le esigenze di competenze delle piccole e medie imprese

Redazione

Il 95% delle piccole e medie imprese coinvolte in un recente studio ha dichiarato che disporre di lavoratori con le giuste competenze è di fondamentale importanza per il loro modello aziendale. Queste imprese riconoscono che la mancanza di competenze adeguate rappresenta un ostacolo significativo per il loro operato, influenzando negativamente il 63% di esse. Inoltre, il 45% ha segnalato difficoltà nell’adozione e nell’uso delle tecnologie digitali, mentre il 39% ha sottolineato la sfida nell’implementare pratiche più sostenibili.

Per affrontare queste sfide, le piccole e medie imprese hanno adottato una serie di misure, tra cui l’ottimizzazione delle risorse umane interne attraverso iniziative come la mobilità del personale e la rotazione delle mansioni, l’aumento degli investimenti nella formazione e il miglioramento delle condizioni lavorative e dei benefici.

Per facilitare l’assunzione di personale con le competenze necessarie, queste imprese hanno identificato alcune esigenze chiave, tra cui una maggiore collaborazione con i servizi pubblici per l’impiego (58%), migliori strumenti per valutare le competenze dei candidati (49%), una migliore comprensione del fabbisogno di competenze specifiche dell’azienda (46%) e procedure semplificate per il riconoscimento delle qualifiche estere (38%).

A livello europeo, l’Unione Europea promuove lo sviluppo delle competenze e l’apprendimento continuo attraverso finanziamenti e politiche mirate. L’Anno europeo delle competenze ha posto l’accento su questi temi, con l’obiettivo di coinvolgere almeno il 60% degli adulti in attività di formazione entro il 2030. Un notevole fondo di 65 miliardi di € dell’UE è a disposizione per sostenere l’istruzione, la formazione e lo sviluppo delle competenze. Inoltre, l’agenda per le competenze per l’Europa e il patto per le competenze hanno contribuito a promuovere la formazione di due milioni di persone in tutta Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *