Mar. Giu 25th, 2024

La Fondazione AIDR ha consegnato il premio letterario ‘Racconti nella rete’ alla più giovane vincitrice votata online dalle scuole italiane

Redazione (Fonte AIDR)

Jasmine Calvi è stata annunciata come la vincitrice più giovane dell’edizione 2023 del prestigioso premio letterario nazionale “Racconti nella Rete” (http://www.raccontinellarete.it). Questo riconoscimento celebra il talento e la creatività dei giovani scrittori emergenti in Italia.

Il premio di quest’anno non solo include un riconoscimento simbolico ma anche un visore di realtà virtuale di ultima generazione, gentilmente donato dall’azienda VisualPro360 (https://www.visualpro360.it), specializzata in produzione di fotografie e video immersivi VR per aziende e istituzioni con applicazioni in realtà virtuale e aumentata.

Questa innovativa tecnologia consente di esplorare virtualmente la sala plenaria del Parlamento Europeo (https://bit.ly/48DlxGc), offrendo un’esperienza immersiva unica per avvicinarsi alle istituzioni europee.

La cerimonia di premiazione si è svolta nella suggestiva Villa Bottini di Lucca e ha visto la partecipazione di illustri personalità, tra cui la giornalista RAI Adriana Pannitteri, autrice del libro “Raffaella Carrà, la ragazza perfetta”.

Il premio è stato consegnato a Jasmine Calvi da Ida Molaro, nota giornalista Mediaset, Mauro Nicastri, presidente della Fondazione Aidr, Roberto Vescio, account manager Aidr, Demetrio Brandi, fondatore di LuccAutori, e giovani sviluppatori IT selezionati con avviso pubblico per progetti di realtà virtuale e aumentata.

Il presidente della Fondazione Aidr, Mauro Nicastri, ha dichiarato: “La Fondazione AIDR (www.aidr.it) è orgogliosa di sostenere e promuovere i talenti emergenti nella scrittura attraverso la rete.

Jasmine Calvi, scelta tramite il voto online di circa trecento scuole italiane, rappresenta il futuro della letteratura italiana, e siamo entusiasti di premiarla con un visore Oculus donato dall’azienda VisualPro360 di Modena, partner della Fondazione Aidr.”

Jasmine Calvi, la vincitrice, ha espresso la sua gratitudine e sorpresa: “È un onore incredibile ricevere questo riconoscimento, e sono entusiasta di esplorare il Parlamento Europeo attraverso questo visore Oculus. Grazie a LuccAutori, alla Fondazione Aidr e a tutti coloro che hanno reso possibile questo premio.”

Ida Molaro, giornalista Mediaset, ha sottolineato l’importanza dei premi letterari come LuccAutori nel sostenere la creatività e la passione degli autori emergenti e nel promuovere un futuro in cui la tecnologia e l’umanità possano coesistere armoniosamente.

Demetrio Brandi, ideatore e presidente dell’associazione LuccAutori, ha evidenziato il coinvolgimento delle scuole e la filosofia del premio nel promuovere il web come un’opportunità di conoscenza e inclusione.

L’edizione 2023 del premio “Racconti nella Rete” ha segnato un successo straordinario con la partecipazione di numerosi giovani scrittori provenienti da tutta Italia.

La Fondazione Aidr e l’associazione LuccAutori continueranno a incoraggiare le scuole italiane a utilizzare le tecnologie digitali per stimolare la creatività e l’innovazione tra i giovani nelle future edizioni di “Racconti nella Rete” (http://www.raccontinellarete.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *