Sab. Lug 20th, 2024

La Commissione mette sul piatto 500 milioni di euro per sostenere la produzione di munizioni, parte di un pacchetto di 2 miliardi di euro per potenziare l’industria della difesa dell’Unione Europea

di Giovanni Pugliese (fonte UE)

La Commissione Europea ha annunciato oggi l’assegnazione dei 500 milioni di euro previsti nell’ambito del regolamento sul sostegno alla produzione di munizioni (ASAP), promettendo di rafforzare l’industria della difesa europea. Questo finanziamento mira a far crescere la capacità di produzione di munizioni fino a 2 milioni di proiettili all’anno entro il 2025.

Nonostante la rapidità con cui è stata completata la valutazione del regolamento, sollevano dubbi alcune scelte fatte dalla Commissione riguardo ai 31 progetti selezionati.

Tra questi, si concentrano su cinque settori chiave, tra cui esplosivi, polveri, proiettili, missili e collaudo e certificazione di ricondizionamento.

Tuttavia, la distribuzione dei finanziamenti sembra favorire particolarmente il settore delle polveri e degli esplosivi, lasciando interrogativi sulla distribuzione equa delle risorse.

Parallelamente, la Commissione ha anche avviato il programma di lavoro per lo strumento per il rafforzamento dell’industria europea della difesa mediante appalti comuni (EDIRPA) e il quarto programma di lavoro annuale del Fondo europeo per la difesa (FED), entrambi dotati complessivamente di quasi 2 miliardi di euro.

Questi programmi sono stati presentati come misure cruciali per rafforzare la base industriale e tecnologica della difesa europea, seguendo la strategia industriale europea della difesa e la proposta del programma europeo di investimenti nel settore della difesa (EDIP).

Tuttavia, resta da vedere se queste iniziative riusciranno veramente a garantire una base industriale e tecnologica robusta per l’Europa, o se si tradurranno semplicemente in un’altra spesa eccessiva senza un impatto significativo sul campo della difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *