Mar. Giu 25th, 2024

Precompilata 2024, da quest’anno il 730 diventa più semplice con la compilazione facilitata.
Disponibili un video su YouTube e una guida online per scoprire le novità e le scadenze

Redazione (fonte Agenzia delle Entrate)

Dal 30 aprile, i modelli precompilati, finora disponibili solo per consultazione, possono ora essere trasmessi all’Agenzia delle Entrate, con o senza modifiche.

Quest’anno debutta una nuova modalità di compilazione semplificata, pensata per aiutare i cittadini a orientarsi facilmente tra i dati del 730 e procedere autonomamente. Un video sul canale YouTube dell’Agenzia illustra le novità, mentre una guida online spiega come accedere, integrare eventualmente i dati e procedere all’invio.

Le scadenze sono fissate al 30 settembre per chi presenta il 730 e al 15 ottobre 2024 per chi utilizza il modello Redditi. Per visualizzare e inviare la dichiarazione, è necessario accedere alla propria area riservata con Spid, Cie o Cns. In alternativa, è sempre possibile delegare un familiare o una persona di fiducia.

Nuovo 730 semplificato, il canale per l’invio è aperto

Dopo aver consultato la dichiarazione, disponibile dal 30 aprile, i contribuenti possono ora accedere all’applicativo per effettuare eventuali integrazioni/modifiche o accettare e trasmettere il modello così come predisposto dal Fisco.

Chi ha i requisiti per presentare il 730 può optare per la nuova compilazione semplificata, che offre un’interfaccia più intuitiva con sezioni dedicate a famiglia, casa, lavoro e spese.

Dopo aver accettato o modificato i dati, il sistema li inserirà automaticamente nel modello. Una novità del 2024 è la possibilità di ricevere rimborsi da 730 direttamente dall’Agenzia, anche in presenza di un sostituto d’imposta.

Info e scadenze: come orientarsi online

Tutte le informazioni utili sono raccolte in una guida online sul sito dell’Agenzia, mentre un nuovo video su YouTube spiega come accedere e le date da ricordare.

Il sito “Info e assistenza” è sempre aggiornato con contenuti sulla stagione dichiarativa 2024 e risposte alle domande più frequenti.

Anche quest’anno, chi preferisce può delegare un familiare o una persona di fiducia a operare online: è possibile richiedere l’abilitazione in videochiamata con un funzionario del Fisco o tramite la funzionalità disponibile nella propria area riservata.

In alternativa, è possibile inviare una pec o presentare la richiesta di abilitazione presso un ufficio dell’Agenzia.

Dati 2024

Tra i dati precaricati dal Fisco quest’anno, che ammontano a circa 1 miliardo e 300 milioni, figurano spese sanitarie, premi assicurativi, certificazioni uniche, bonifici per ristrutturazioni e interessi sui mutui.

Novità del 2024 sono i dati relativi ai rimborsi per il “bonus vista”, che si aggiungono alle voci già presenti negli anni scorsi come contributi previdenziali, spese universitarie, per gli asili nido, per interventi di ristrutturazione, erogazioni liberali e altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *