Sab. Giu 22nd, 2024

La Convenzione di Istanbul entrerà in vigore il 1º ottobre nell’Unione Europea. Questo trattato rappresenta un solido quadro giuridico per la tutela delle donne contro qualsiasi forma di violenza, con l’obiettivo di prevenire, perseguire ed eliminare la violenza di genere e quella domestica, promuovendo al contempo politiche globali e coordinamento d’azione

Redazione

Con l’entrata in vigore della Convenzione di Istanbul nell’Unione Europea, si apre un nuovo capitolo di impegno per garantire la tutela delle donne e combattere la violenza di genere. L’Unione Europea, nel suo complesso, è ora vincolata dai principi e dagli obblighi sanciti da questa convenzione, e gli Stati membri sono chiamati a adottare le misure necessarie per attuare pienamente il suo quadro giuridico.

Vera Jourová, la Vicepresidente per i Valori e la Trasparenza, ha sottolineato l’importanza cruciale di questo passo avanti nella lotta contro la violenza sulle donne, definendola una “censura delle società democratiche”. Con dati allarmanti che indicano che una donna su tre al di sopra dei 15 anni ha subito violenze fisiche o sessuali, spesso rimanendo in silenzio per paura o vergogna, l’urgente necessità di agire è evidente. La Convenzione di Istanbul rappresenta la risposta giuridica dell’UE per rafforzare i diritti delle donne. Il suo messaggio è chiaro: la violenza di genere non può essere tollerata e gli aggressori devono essere portati davanti alla giustizia. L’impegno a promuovere misure preventive e a fornire protezione e sostegno efficaci a tutte le vittime è una priorità fondamentale.

Helena Dalli, Commissaria per l’Uguaglianza, ha sottolineato il significato storico di questo passo, sottolineando che riconoscere la violenza sulle donne come una violazione dei diritti umani è essenziale. Questo passo è un riconoscimento tangibile che solo quando le donne e le ragazze possono vivere senza la costante minaccia dell’insicurezza e della violenza, possiamo sperare di raggiungere una vera equità di genere nell’Unione Europea. L’entrata in vigore della Convenzione di Istanbul rappresenta un passo importante verso questo obiettivo, indicando chiaramente la direzione giusta da seguire per un futuro più giusto e paritario per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *