Sab. Mar 2nd, 2024

Agenzia Entrate fa sapere che è possibile consultare direttamente online i documenti archiviati in formato cartaceo nei registri immobiliari

Redazione (Fonte Agenzia Entrate)

Da oggi, una novità importante entra in vigore in tutti i Servizi di pubblicità immobiliare gestiti dall’Agenzia delle Entrate, rivolgendosi principalmente agli utenti dell’ambito professionale e commerciale, tra cui notai, avvocati, visuristi e agenti immobiliari. Questi utenti avranno la possibilità di ottenere i documenti richiesti senza doversi recare fisicamente al front-office dell’Agenzia.

Il nuovo servizio, noto come “Servizio di Ispezione Ipotecaria via Web,” è stato precedentemente sperimentato con successo in 33 uffici ed è ora disponibile per un più ampio pubblico. Questo servizio permette di condurre ricerche telematiche basate sul soggetto (sia persone fisiche che giuridiche) o sul documento desiderato. È aperto ai titolari di convenzione ordinaria, profilati come “profilo B,” per l’accesso alla piattaforma telematica denominata “Sister.”

Tra le principali funzionalità offerte da questo servizio, è possibile accedere online ai seguenti documenti:

  • I titoli conservati in formato cartaceo.
  • Le note di trascrizione, di iscrizione e le domande di annotazione non digitalizzate.
  • Gli elenchi individuali (repertori) delle trascrizioni a favore e contro, relative a un determinato soggetto, a partire dal 1957.

Per utilizzare il servizio, gli utenti devono selezionare l’ufficio competente e specificare il tipo di documento desiderato (nota/titolo, trascrizione, iscrizione annotazione o privilegio), il numero di registro particolare e l’anno. Inoltre, per consultare i conti dei repertori, è necessario fornire i dati anagrafici o la denominazione del soggetto di interesse.

Una volta ricevuta la richiesta, l’ufficio competente preleva il documento cartaceo dal proprio archivio, lo digitalizza in formato immagine e lo rende immediatamente disponibile online per l’utente richiedente. Quest’ultimo avrà la possibilità di consultare il documento per i successivi sette giorni. Il pagamento dei tributi dovuti, qualora siano richiesti, avverrà automaticamente attraverso il prelievo dal deposito dell’utente, noto come “castelletto,” già utilizzato per altri servizi di consultazione ipocatastale.

Questo innovativo servizio telematico promette di semplificare notevolmente l’accesso ai documenti ipotecari e di migliorare l’efficienza dei professionisti e operatori commerciali coinvolti nell’ambito immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *