Mer. Lug 24th, 2024

La più recente versione della piattaforma leader di mercato potenzia l’impiego di dati e intelligenza artificiale, promuovendo decisioni più tempestive e mirate nel campo della sicurezza

Redazione

SentinelOne ha avanzato i parametri delle soluzioni di sicurezza informatica con la piattaforma Singularity.

L’azienda, mirando a nuovi traguardi, ha introdotto una nuova interfaccia utente, un assistente di sicurezza GenAI e miglioramenti significativi alle soluzioni di Endpoint Security, Cloud Security e Data Lake.

Presentati in anteprima a OneCon, la conferenza per i clienti tenutasi a Boca Raton, in Florida, questi aggiornamenti innovativi fanno parte della nuova release Unity della Singularity Platform.

Ric Smith, Chief Product and Technology Officer di SentinelOne, sottolinea l’importanza di strumenti di automazione intelligente nel contesto attuale della sicurezza.

La release Singularity Unity è stata progettata per migliorare l’esperienza dell’utente e rafforzare le misure di sicurezza, offrendo una piattaforma completa di miglioramenti nei prossimi 12 mesi per trasformare i Security Operations Center (SOC).

La piattaforma diventerà il centro di comando e un sistema di raccolta dati completo, integrando Purple AI per ottimizzare ricerche, governance e prestazioni chiave.

Singularity Data Lake semplificherà i processi di sicurezza e analisi dei log, offrendo maggiore correlazione e consapevolezza con il nuovo Singularity Graph.

Tra gli aggiornamenti, la piattaforma includerà una completa protezione delle applicazioni cloud native (CNAPP) e miglioramenti per gli endpoint, rendendoli più efficaci e facili da usare.

La nuova funzionalità Purple AI, in fase beta, è prevista per il primo trimestre del 2024.

Smith sottolinea che la Unity Release mira a fornire un’interfaccia integrata che sfrutti l’AI per proteggere l’intera azienda, eliminando silos, acquisendo visibilità e controllo aziendale, agendo sui dati in tempo reale e migliorando la sicurezza complessiva delle organizzazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *