Lun. Mar 4th, 2024
sala gremita per una conferenza sulla digitalizzazione

Il Sottosegretario Frassinetti del Ministero dell’Istruzione sostiene che l’iniziativa della Fondazione Aidr, del Parlamento e della Commissione europea potrebbe costituire un efficace collegamento tra le giovani generazioni e le istituzioni dell’Unione Europea, promuovendo un approccio costruttivo e proattivo alla cittadinanza digitale

Redazione (fonte AIDR)

La Fondazione Aidr, in collaborazione con il Parlamento e la Commissione Europea, ha presentato a Roma il tour nazionale “Giovani, Digitalizzazione, Europee 2024” presso la sala multimediale “Esperienza Europa – David Sassoli”. L’evento, inaugurato con la partecipazione degli studenti del Liceo Eugenio Montale di Roma, dirigenti scolastici e figure istituzionali come il Sottosegretario di Stato Paola Frassinetti e il Capo dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia Carlo Corazza, ha segnato l’inizio di un progetto innovativo.

Durante la presentazione, i relatori hanno enfatizzato il ruolo cruciale dei giovani nel plasmare il futuro digitale dell’Europa, sottolineando l’importanza di un approccio inclusivo e interattivo. Il tour, che includerà incontri, dibattiti e workshop in varie città italiane, mira a sensibilizzare i giovani sulla digitalizzazione e l’innovazione tecnologica, incoraggiandoli a partecipare attivamente alla vita politica e sociale dell’Unione Europea.

Carlo Corazza, Capo dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia, ha elogiato l’iniziativa, dichiarando che il convegno ha offerto idee interessanti su come promuovere la partecipazione e la conoscenza dell’UE attraverso le tecnologie digitali in vista delle elezioni europee del 2024.

Il presidente della Fondazione Aidr, Mauro Nicastri, ha sottolineato l’obiettivo del tour di coinvolgere i giovani nel dibattito sulla digitalizzazione e il ruolo delle istituzioni europee, sensibilizzando sulle implicazioni della tecnologia per la democrazia e la partecipazione civica.

Agostino Ghiglia, componente del Garante Privacy, ha evidenziato l’importanza dell’educazione civica digitale fin dal primo ciclo scolastico per affrontare la rivoluzione epocale dell’era digitale.

Il tour prevede tappe in città strategicamente importanti, coinvolgendo esperti, rappresentanti istituzionali e giovani nel campo della tecnologia e dell’innovazione.

Le conclusioni dell’evento sono state affidate a Paola Frassinetti, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito, che ha elogiato l’iniziativa nazionale di sensibilizzazione e collaborazione con i giovani italiani per costruire un futuro digitale consapevole e partecipativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *