Lun. Mar 4th, 2024

Riconoscimenti a Giornalisti, Comunicatori e Professionisti del Public Affairs nel Contesto delle Notizie Digitali

Redazione (fonte AIDR)

Tra i vincitori c’è Maria Vittoria, una bambina di 9 anni affetta da SMA, che ha il sogno di diventare giornalista. Riceve gli auguri e le congratulazioni da parte di Papa Francesco e dal Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.

Giorgio Rutelli, Paolo Pagliaro, Italo Bocchino, Giuseppe Brindisi, Antonio Pascotto, Giancarla Rondinelli, Fiorella Corrado, Iva Garibaldi, Giovannantonio Macchiarola sono stati i protagonisti premiati nella categoria “Digital News” del 2023.

Questi giornalisti, comunicatori e professionisti del public affairs hanno ricevuto riconoscimenti per la loro creatività, innovazione e pragmatismo nei contenuti digitali.

I premi sono stati consegnati grazie all’iniziativa dell’Aidr, la fondazione Italian Digital Revolution, in collaborazione con il Parlamento e la Commissione europea, con il patrocinio di DXC Technology e il supporto dei soci e partner dell’Aidr.

La cerimonia si è svolta ieri nello spazio Esperienza Europa, intitolato alla memoria di David Sassoli, con Maria Antonietta Spadorcia, vicedirettore del Tg2, come madrina.

Personalità provenienti dalla politica, economia, società civile, media e pubblica amministrazione hanno partecipato all’evento. La targa del premio è stata realizzata dagli studenti del Liceo Artistico “Silvio Lopiano” di Cetraro (Cosenza).

La particolarità di quest’anno è stata la speciale menzione a Maria Vittoria, una straordinaria bambina di 9 anni affetta da SMA, premiata per il suo spirito indomabile e il sogno di diventare giornalista.

Nonostante la malattia, Maria Vittoria ha ricevuto messaggi di affetto da Papa Francesco e dal Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

La cerimonia si è conclusa con la premiazione di testate giornalistiche provenienti da ogni parte d’Italia, creando un collegamento di collaborazione sulla digitalizzazione con la fondazione Aidr.

Il presidente Mauro Nicastri ha sottolineato l’importanza di integrare le tecnologie digitali per una crescita collettiva, esemplificata dal coraggio di Maria Vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *