Sab. Lug 20th, 2024

Pagano, consigliere della Fondazione Aidr, sottolinea l’importanza del tour istituzionale nazionale “Giovani, Digitalizzazione, Europee2024” nel promuovere le opportunità offerte dal progetto Polis, beneficiando dei fondi del PNRR

Redazione (fonte AIDR)

L’ iniziativa fa parte del progetto Polis, una collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy e Poste Italiane per offrire servizi diretti agli utenti.

Questo sforzo comune rappresenta un passo avanti per semplificare l’accesso ai servizi digitali, specialmente per coloro che vivono nei piccoli centri.

Il progetto Polis, del valore di 1,12 miliardi di euro, finanziato principalmente dal PNRR con 800 milioni e il resto da Poste Italiane, coinvolgerà 6.933 uffici postali in tutto il Paese.

L’iniziativa prevede la creazione di uno sportello unico per vari servizi pubblici, come richieste di documenti e certificazioni, gestiti da diversi enti tra cui il Ministero dell’Interno e l’Agenzia delle Entrate.

Il progetto includerà anche servizi come certificati giudiziari e pratiche per i pensionati, forniti da altri ministeri.

Il governo riconosce l’importanza di Poste Italiane nel facilitare l’accesso ai servizi digitali e si concentra sulla creazione di uffici di prossimità.

Francesco Pagano, della Fondazione Aidr, elogia la collaborazione tra enti pubblici e privati e si impegna a sostenere il processo di modernizzazione anche durante il tour istituzionale nazionale “Giovani, Digitalizzazione, Europee2024”, dove si discuteranno le opportunità offerte dal progetto Polis grazie ai fondi del PNRR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *