Gio. Mag 30th, 2024

Una recente indagine Eurobarometro, pubblicata oggi, evidenzia che l’88% dei cittadini europei considera fondamentale un’Europa sociale per la propria vita. Questo dato si allinea ai risultati di un’indagine simile del 2021, che conferma l’attualità del pilastro dei diritti sociali in Europa

Redazione (fonte UE)

Il 60% degli intervistati è consapevole di almeno una delle recenti iniziative dell’UE mirate a migliorare le condizioni di vita e di lavoro.

Tra queste troviamo la direttiva sui salari minimi, quella sull’equilibrio tra lavoro e vita privata per genitori e caregiver e il Fondo sociale europeo Plus, che supporta gli investimenti negli individui tramite programmi di formazione e progetti contro l’esclusione sociale.

A livello nazionale, il 48% degli intervistati ritiene prioritario combattere l’alto costo della vita, mentre il 35% vede come priorità la questione dei salari bassi.

Riguardo alle priorità sociali, gli intervistati europei considerano fondamentali il miglioramento del tenore di vita (45%), delle condizioni lavorative (44%) e dell’accesso a cure mediche di qualità (44%) per lo sviluppo economico e sociale dell’UE.

Quando si tratta di azioni future dell’UE, gli intervistati preferiscono interventi mirati al miglioramento del sistema sanitario (38%), dei salari (34%) e delle pensioni e redditi per gli anziani (30%). Il 74% crede che l’UE dovrebbe promuovere condizioni di lavoro e standard sociali migliori nei paesi terzi, anche se ciò potrebbe comportare un aumento dei prezzi.

Questi dati emergono in vista della conferenza sull’Europa sociale del 15 e 16 aprile, organizzata dalla presidenza belga del Consiglio dell’UE e dalla Commissione, per discutere delle future priorità sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *