Mar. Giu 25th, 2024

Durante la mostra aerospaziale ILA Berlin, l’Alleanza per un’aviazione a emissioni zero ha presentato la sua visione sull’introduzione di aeromobili elettrici e a idrogeno in Europa, descritta in una relazione. Questo impegno evidenzia la volontà di rispettare maggiormente il clima e di investire nelle tecnologie del futuro

Redazione (fonte UE)

L’Alleanza ha l’ambizioso obiettivo di far sì che entro il 2050 gli aeromobili elettrici e a idrogeno coprano il 36-60% dei voli intra-UE. Nella sua relazione, l’Alleanza descrive come questi aeromobili potrebbero progressivamente entrare ed espandersi nel mercato.

Secondo l’Alleanza, l’energia rinnovabile e a basse emissioni di carbonio necessaria per questi voli nel 2050 è stimata tra 78 e 198 TWh all’anno di elettricità per la propulsione di aeromobili elettrici o per la produzione di 1,2-2,9 milioni di tonnellate di idrogeno, pari all’1,1-2,8% della produzione lorda di energia elettrica prevista per il 2050.

Si stima che gli aeromobili elettrici e a idrogeno possano ridurre le emissioni di CO2 del trasporto aereo sulle rotte intra-UE del 12-31% nel 2050.

L’Alleanza per un’aviazione a emissioni zero è stata istituita dalla Commissione come iniziativa volontaria di partner privati e pubblici per prepararsi all’entrata in servizio commerciale di aeromobili elettrici e a idrogeno.

Essa riunisce rappresentanti di costruttori di aeromobili, compagnie aeree, aeroporti, società energetiche e fornitori di combustibili, agenzie di normazione e certificazione, gruppi di interesse per i passeggeri e l’ambiente, e autorità di regolamentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *