Gio. Mag 30th, 2024

The New Atlas of Digital Art – Gli umani sono ancora necessari?

Redazione

La domanda è di quelle che può creare stupore e meraviglia. Il nuovo confine dell’arte può fare a meno della mano dell’uomo? Se ne discuterà, a partire da domani, al MEET Digital Culture Center dove si parlerà di quanto e come l’Intelligenza Artificiale sta influenzando le attività umane, dalle più semplici mansioni a quelle culturalmente più elevate.

Il meeting internazionale annuale con i centri europei di Arte, Cultura e Tecnologia, alla sua quarta edizione, è stato organizzato quest’anno da MEET Digital Culture Center in collaborazione con il MNAD, Museo Nazionale Arte Digitale. L’obiettivo è continuare e arricchire la riflessione interdisciplinare sull’impatto delle tecnologie sulla società, esaminando l’Arte e la Cultura Digitale come strumenti per interpretare il presente e immaginare possibili futuri.

Questo incontro fa parte del progetto S+T+ARTS in the City e quest’anno si concentrerà sul dialogo tra la potenza delle macchine e la creatività umana, nonché sulle possibili relazioni collaborative tra diverse forme di intelligenza, come l’Intelligenza Artificiale e l’Intelligenza Umana. L’obiettivo è immaginare un futuro più collaborativo, sostenibile e inclusivo, in cui queste intelligenze agiscano in simbiosi.

Il meeting vedrà la partecipazione di artisti, esperti e ricercatori, i quali delineeranno visioni e prospettive etiche, sociologiche, filosofiche, estetiche e tecnologiche. L’obiettivo è sviluppare un pensiero collettivo e interdisciplinare necessario per comprendere la complessità di questo periodo.

Durante il meeting, si terranno inspirational talks, riflessioni congiunte, panel e atelier formativi, coinvolgendo l’Intelligenza Artificiale come risposta al lavoro umano. Sarà un’opportunità per esplorare le potenzialità di questa collaborazione e per comprendere come l’Intelligenza Artificiale possa contribuire alla creazione artistica e culturale.

Questo evento rappresenta un importante momento di incontro e scambio di idee, in cui professionisti provenienti da diverse discipline potranno confrontarsi e contribuire alla costruzione di un futuro in cui l’arte, la cultura e la tecnologia si integrano armoniosamente, con il coinvolgimento attivo delle intelligenze umane e artificiali.

The New Atlas of Digital Art
Are humans still Necessary?

MEET Digital Culture Center
22 – 23 Giugno 2023

Il programma degli incontri


Giovedì 22 Giugno

Conducono: 

Carlo Antonelli, Giornalista e Produttore culturale
Maria Grazia Mattei, Presidente e Fondatrice MEET Digital Culture Center – Milano
Ilaria Bonacossa, Direttrice Museo Nazionale dell’Arte Digitale – Milano

9,30 – 10,00 Saluti istituzionali

Maria Grazia Mattei – Fondatrice e Presidente MEET Digital Culture Center – Milano
Patrizia Asproni –  Cda Fondazione Cariplo referente settore cultura – Milano
Claudia Colla – Capo dell’Ufficio regionale di Milano della Commissione Europea
Alessandro Fermi – Assessore all’Università, ricerca, innovazione Regione Lombardia
Tommaso Sacchi – Assessore Cultura Comune di Milano

10,00 – 10,30 Keynote speaker – Maurice Benayoun, New media artist, theorist, and curator — Hong Kong/Parigi

10,30 – 12,00 – Scenari e tendenze
La prima sessione inquadra lo stato dell’arte, con una panoramica sullo scenario tecnologico, la sua trasformazione e relativi trend creativi e possibilità co-creative. L’IA come attivatore e rilevatore di interconnessioni nella memoria collettiva che entra nei processi creativi con artisti e curatori attivando nuove possibilità espressive e delineando nuove professioni. Saranno portati casi ed esempi nei diversi ambiti creativi: arti visive, musica, letteratura, etc

Intervengono

Wolf Lieser – Director DAM – Berlino
Aisling Murray, Creative Producer and Founder Beta Festival – Dublino
Mauro Martino, Founder and Director “Visual Artificial Intelligence Lab” IBM Research – Boston
Roberto Beragnoli, Artista / MVP Designer – AI trainer – Firenze
Alejandro Martin, Head of Innovation and EU Projects ESPRONCEDA – Barcellona
Sofia Crespo e Feileacan McCormick, Generative artists Entangled Others – Lisbona
Eleonora Brizi, Digital Art and Crypto Curator – Milano

12,00 -13,15 – Implicazioni culturali, sociali, etiche
L’inevitabile interazione Intelligenza Artificiale/Intelligenza Umana nei processi creativi e non solo, includendo processi decisionali e di governance, apre a nuove questioni filosofiche, etiche e di regolamentazione, dalla singularity alla decentralizzazione delle risorse, dall’uso dei dati alle nuove possibilità partecipative, non escludendo l’impatto ambientale e più in generale l’impatto sulla cultura e sulla società.

Intervengono

Giulia Bini, Curatrice e responsabile del Programma Enter the Hyper-Scientific – EPFL – Losanna
Joana Miranda, General Coordinator Braga Media Arts – Braga
Roberto Fassone, Artista – Firenze
Mattia Pivato, Avvocato, Pedersoli Studio Legale – Milano
Paolo Bottazzini, Data Analyst e pubblicista – Milano

13,15 – 13,45 – Intermezzo con Artista

14.00 — 15.30 Light Lunch

15,30 – 17,30 – Quale Futuro? Tra distopia e utopia
È il capitolo più “libero”, “creativo” lasciato in mano a giovani artisti dove riflettiamo sul futuro dell’AI e creatività e i nuovi confini tra vero/falso e forme di verosimiglianza. Presentiamo casi di ricerca che preannunciano un futuro, i suoi elementi di sviluppo, i possibili trend.

Intervengono

Alessandra Condello, Architetto e visual artist – Roma
Silvia Dal Dosso, Co-founder Clusterduck – Firenze
Francesco D’Isa, Artista digitale e scrittore – Firenze
Giuseppe Lo Schiavo, Visual artist – Milano
Lorem, Musicista digitale – Milano
Max Papeschi, Artista – Milano
Matteo Urbani, Artista visivo e ingegnere – Milano

18,00 – 18,30 Patrizia Caraveo presenta gli artisti Rasa Šmite e Raitis Šmits e l’installazione Deep Sensing 

18,30 – 22,00 – OPENING Deep Sensing di Rasa Šmite e Raitis Šmits – MEET Digital Culture Center Immersive Room

19,00 – 22,00 – OPENING Humans making tech making art making human di Addie Wagenknecht
Casello Daziale ovest, Porta Venezia

Inoltre partecipano: 

Pietro Bassetti
Chiara Canali, 
Art Curator
Valentino Catricalà, 
Curator SODA Gallery Manchester
Roberto Diodato, 
Professore Università Cattolica del Sacro Cuore
Giusella Finocchiaro, 
Giurista
Shabnam Mousavi, 
Senior Researcher and Team Leader at CENTAI
Rebecca Pedrazzi
, Storica e critica d’arte, IULM AI Lab
Ippolito Pestellini Laparelli, Architetto e fondatore del think tank ‘2050+’
Valentina Tanni, Storica dell’arte e curatrice
Francesco Urbano Ragazzi, Curatori

Venerdì 23 Giugno

10,00 – 11,00 Restituzione dei lavori del 22 giugno con Carlo Antonelli in dialogo con l’AI

11,30 – 12,30 Keynote speaker, Addie Wagenknecht

Introducono:
Maria Grazia Mattei, Presidente e Fondatrice MEET Digital Art and Culture Center – Milano
Ilaria Bonacossa, Direttrice Museo Nazionale dell’Arte Digitale – Milano
Emanuela Totaro Segretario Generale Fondazione Kainon)

WORKSHOP AI 4 CREATIVITY
Venerdì 23 giugno: ore 15.00 – 19.00
Sabato 24 giugno: 10.00 – 19.00

a cura di Luca Stornaiuolo – MEET Executive
Il Workshop è pensato per i professionisti con una conoscenza di base dell’intelligenza artificiale nei settori creativi che mira ad approfondire le loro competenze e abilità fornendo un’ampia formazione pratica sull’uso di strumenti basati sull’intelligenza artificiale.

https://www.mailticket.it/manifestazione/CK36/ai-4-creativity


Sabato 24 Giugno

Open Day: gallerie e spazi digitali in Porta Venezia

Partecipano:

Clima, Via Alessandro Stradella 5
Gio Marconi, Via Tadino 15
Luca Tommasi, Via Cola Montano 40
Loom Gallery, Piazza Luigi di Savoia 24
Martina Simeti, Via Benedetto Marcello 44
The Flat – Massimo Carasi, Via Paolo Frisi 3
Raffaella Cortese, Via Alessandro Stradella 7-4
Spazio Lima, Via Benedetto Marcello 2
Vistamare, Via Spontini 8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *