Sab. Giu 22nd, 2024

In conformità con le nuove modifiche normative, aggiornato il modello per risolvere le controversie con il Fisco

Redazione

Il decreto Bollette (Dl n. 34/2023) ha introdotto importanti modifiche che riguardano il termine per aderire, l’opzione di rateizzazione mensile e il calendario dei versamenti per le prime tre rate. Queste modifiche sono state apportate al fine di agevolare i contribuenti. La nuova scadenza per aderire al decreto è stata posticipata dal 30 giugno al 30 settembre 2023. Inoltre, è stata introdotta la possibilità di rateizzare i pagamenti mensilmente. Il nuovo calendario dei versamenti prevede le seguenti scadenze: 30 settembre 2023, 31 ottobre 2023 e 20 dicembre 2023.

Oltre a queste modifiche, è stata aggiornata la piattaforma per la trasmissione telematica delle domande, rendendo più semplice e efficiente il processo di presentazione.

Una delle principali novità introdotte dal decreto è la possibilità di definire in via agevolata le controversie attribuite alla giurisdizione tributaria, in cui è coinvolta l’Agenzia delle Entrate, che siano pendenti al 1° gennaio 2023 in ogni stato e grado del giudizio. Si considerano “pendenti” le liti in cui l’atto introduttivo del giudizio in primo grado sia stato notificato alla controparte entro il 1° gennaio di quest’anno e per le quali, alla data di presentazione della domanda, il processo non si sia concluso con pronuncia definitiva.

Per beneficiare delle agevolazioni previste dal decreto, è necessario presentare una domanda di definizione in via telematica all’Agenzia delle Entrate entro il prossimo 30 settembre per ciascuna controversia tributaria autonoma. Allo stesso tempo, è richiesto il pagamento dell’intero importo dovuto o della prima rata entro la stessa scadenza. È importante notare che il pagamento rateale è ammesso solo per importi superiori a 1.000 euro e può avvenire in un massimo di 20 rate di pari importo, con una rateizzazione trimestrale per le rate successive alle prime tre. In alternativa, dopo aver versato le prime tre rate, è possibile saldare il dovuto in 51 mensilità a partire da gennaio 2024, per un totale di 54 rate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *