Lun. Mar 4th, 2024

La società di Elon Musk cerca volontari per impiantare in una specifica regione del cervello il dispositivo ultra-sottile per il controllo dei movimenti

Redazione

Neuralink ha ottenuto l’approvazione dalla Commissione Indipendente di Revisione Istituzionale per iniziare la selezione dei partecipanti al primo studio clinico sull’essere umano. Lo studio PRIME (acronimo di Precise Robotically Implanted Brain-Computer Interface) è una rivoluzionaria sperimentazione di dispositivi medici di interfaccia cervello-computer (BCI) completamente impiantabile e senza fili. Lo scopo dello studio è valutare la sicurezza dell’impianto (N1) e del robot chirurgico (R1) e valutare la funzionalità iniziale della BCI per consentire alle persone affette da paralisi di controllare dispositivi esterni con il pensiero.

Come funziona

Durante lo studio, il Robot R1 verrà utilizzato per posizionare chirurgicamente i fili ultra-sottili e flessibili N1 in una regione del cervello che controlla il movimento. Una volta posizionato, l’impianto N1 è invisibile e progettato per registrare e trasmettere segnali cerebrali senza fili a un’applicazione che decodifica l’intenzione del movimento. L’obiettivo iniziale della ricerca BCI è mettere nelle condizioni le persone di controllare un cursore o una tastiera del computer utilizzando solo il pensiero.

Lo studio PRIME viene condotto nell’ambito dell’autorizzazione per dispositivo sperimentale (IDE) concessa dalla FDA nel maggio 2023 e rappresenta un passo importante nella missione di Neuralink di creare un’interfaccia cerebrale per ripristinare l’autonomia delle persone affette da malattie neurologiche.

I potenziali candidati

All’esperimento, potrebbero essere idonei coloro che hanno la quadriplegia a causa di lesioni del midollo spinale cervicale o della sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

La brochure informativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *