Mer. Feb 21st, 2024

Assicurare massima chiarezza ai clienti che stipulano contratti telefonicamente e combattere pratiche illegali e aggressive nel telemarketing sono le principali finalità dell’adesione di oggi da parte degli operatori telefonici Fastweb, TIM, Vodafone e WindTre al nuovo Codice di Condotta.

Redazione

Questo Codice è stato approvato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni nel mese di agosto e presenta significative innovazioni, tra cui un rafforzamento dell’obbligo di essere richiamabili da parte dei call center, al fine di differenziarli da coloro che utilizzano numeri non rintracciabili in modo fraudolento per promuovere offerte commerciali.

Maggiore Trasparenza e Tutela dei Consumatori

Il mondo delle telecomunicazioni in Italia sta prendendo misure significative per garantire una maggiore trasparenza nei contratti e stabilire norme chiare per le operazioni dei call center.

Questo, grazie all’adesione di operatori telefonici di spicco, come Fastweb, TIM, Vodafone e WindTre, al nuovo Codice di Condotta approvato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) nel mese di agosto.

Cosa dice il nuovo codice di condotta

Il cuore di questo nuovo codice è basato sulla trasparenza nei contratti e sull’implementazione di regole rigorose per i call center, che devono rispettare requisiti di qualità e affidabilità, nonché rispettare la normativa sul lavoro. Inoltre, vengono introdotte disposizioni chiare e strumenti di controllo per la gestione dei contratti con i consumatori.

Cosa stabilisce il Codice

Il Codice stabilisce i principi fondamentali per le relazioni contrattuali tra le aziende di telecomunicazioni e i partner commerciali che operano nel teleselling, esso rappresenta un importante strumento per proteggere i consumatori da pratiche ingannevoli e abusive.

Il processo di elaborazione del Codice di Condotta ha coinvolto operatori del settore delle telecomunicazioni e le principali associazioni che rappresentano i call center.

Il testo finale è stato il risultato di un intenso e costruttivo dialogo tra le parti coinvolte, inclusi gli operatori, l’Autorità e le associazioni di categoria, tutte con l’obiettivo di tutelare i consumatori.

Il Codice AGCOM si unisce ad altri strumenti già in atto per contrastare frodi e abusi, sottolineando l’importanza di una risposta continua da parte delle istituzioni e degli operatori.

L’impegno degli operatori del settore

Con l’adesione a questo Codice, gli operatori si impegnano a discutere dei potenziali rischi di violazione in un tavolo tecnico dedicato. Inoltre, si impegnano a identificare e definire strategie e iniziative comuni per rafforzare la cooperazione tra gli operatori, le associazioni di categoria e le altre autorità coinvolte.

Gli operatori forniranno regolarmente rapporti all’Autorità per informarla sull’andamento delle verifiche a campione per garantire l’aderenza ai principi stabiliti dal Codice.

In conclusione, questa iniziativa rappresenta un passo importante verso una maggiore chiarezza e tutela per i consumatori nell’ambito delle telecomunicazioni in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *