Lun. Mar 4th, 2024

Presentate a Bari le tecnologie digitali all’avanguardia per la Pubblica Amministrazione e per la creazione di una città all’avanguardia

Redazione

TIM Enterprise e ANCI hanno presentato oggi a Bari il loro modello di Smart City nell’ambito dell’evento “L’Italia delle città intelligenti e sostenibili: Gli strumenti digitali e attuativi al servizio della PA locale.” L’obiettivo principale è stato quello di introdurre le ultime innovazioni tecnologiche e le opportunità che queste offrono alle amministrazioni locali della Puglia. Si mira a rendere gli spazi urbani più vivibili, sostenibili e sicuri sfruttando le nuove tecnologie per valorizzare anche il ricco patrimonio culturale ed artistico.

L’evento, presieduto da Antonella Galdi, Vicesegretario Generale ANCI, si è tenuto presso la sede ANCI Puglia. Antonio Decaro, Presidente ANCI e Sindaco di Bari, e Fiorenza Pascazio, Presidente ANCI Puglia e Sindaco di Bitetto, hanno dato il via all’evento. Durante l’incontro, Elio Schiavo, Chief Enterprise and Innovative Solutions Officer di TIM, ha discusso delle prospettive di sviluppo delle “città del futuro,” mettendo in evidenza l’impegno del Gruppo in questo settore in forte crescita.

L’evento ha dimostrato come l’innovazione al servizio della pubblica amministrazione locale possa accelerare la creazione di città intelligenti e sostenibili, contribuendo al conseguimento degli obiettivi del PNRR. Si è anche evidenziato l’impatto positivo sul ambiente urbano e sulla vita dei cittadini derivante dalle scelte funzionali alla realizzazione di una Smart City, fornendo strumenti di valutazione per aiutare gli amministratori pubblici a prendere decisioni efficaci.

Secondo le stime del Centro Studi TIM, gli investimenti in soluzioni ICT per le città intelligenti in Italia cresceranno fino a circa 1,6 miliardi di euro entro il 2027. A livello globale, la spesa totale per le Smart City supererà i 1.000 miliardi di dollari. Nel periodo dal 2023 al 2027, le applicazioni Smart City basate su 5G, IoT e Intelligenza Artificiale in Italia contribuiranno a ridurre i costi del traffico cittadino complessivo di circa 6,5 miliardi di euro e quelli legati all’inquinamento urbano di oltre 400 milioni di euro grazie a una migliore pianificazione dei trasporti e alla gestione dei flussi turistici. Le nuove tecnologie permetteranno inoltre una riduzione annuale di circa 650.000 tonnellate di emissioni di CO2, influenzando positivamente l’industria del turismo e ottimizzando i servizi per i cittadini.

Durante l’evento è stato annunciato il lancio del progetto di Digital Twin della “mobilità” per la Città di Bari, concentrato sui quartieri San Nicola, Murat, Madonnella e Libertà. Questa piattaforma di intelligenza urbana, sviluppata da TIM Enterprise, consente di creare una replica digitale del sistema di mobilità per simulare e testare scenari di traffico, previsioni e interventi senza influire sul sistema reale. Il progetto farà uso dell’infrastruttura cloud nazionale del Polo Strategico Nazionale per la Pubblica Amministrazione, garantendo efficienza, sicurezza e affidabilità dei dati.

Un altro esempio di amministrazione “virtuosa” è il Comune di Taranto, che utilizza la soluzione di intelligenza urbana di TIM Enterprise nel contesto del progetto Calliope. Questo approccio avanzato consente il monitoraggio, l’analisi evoluta e la previsione degli eventi sul territorio per il progresso locale in una prospettiva sostenibile e rispettosa dell’ambiente.

Elio Schiavo, Chief Enterprise and Innovative Solutions Officer di TIM, ha commentato: “Con la tappa di Bari prosegue il percorso che insieme ad ANCI ci vede impegnati in un ciclo di appuntamenti in cui sono protagoniste le amministrazioni locali che stanno ponendo l’innovazione al centro delle loro scelte per rendere le città sempre più vivibili, sicure e sostenibili.”

L’evento odierno, che è seguito a quello di Milano del 12 settembre scorso, sarà seguito da altri appuntamenti territoriali a Napoli, Catania e Padova il 9, 20 e 30 novembre, e si concluderà a Roma nel mese di dicembre.

Hanno partecipato all’incontro diverse personalità, tra cui Giuseppe Pirlo, Professore Ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni dell’Università degli Studi di Bari, Francesco Meneghetti, CEO di Mindicity, Giulio di Giacomo, Head of Governance & PMO, Chief Public Affairs & Security Office di TIM, Rodolfo Sardone, Direttore Scientifico del progetto CALLIOPE – CTE-Taranto, Rosa Di Palma, Dirigente del Comune di Barletta, e Vito Bavaro, Dirigente della Sezione Trasformazione Digitale della Regione Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *