Sab. Mar 2nd, 2024
immagine generica healthcare

Abstract, rinomato partner nell’ambito dell’Information Technology che sostiene l’innovazione delle principali aziende di mercato, ha promosso un iniziativa in ambito trasformazione digitale con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara . Questa partnership migliorerà l’esperienza del paziente attraverso una continuità assistenziale volta a ridurre il rischio e a ottimizzare la gestione delle risorse, compresi i tempi di attesa

Redazione

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara “Arcispedale Sant’Anna” è un’istituzione di primaria importanza nel panorama sanitario di Ferrara e della sua provincia, nonché uno dei principali policlinici dell’Emilia-Romagna.

Pur operando come ente aziendale indipendente a livello amministrativo e finanziario, l’ospedale è strettamente interconnesso con l’Università degli Studi di Ferrara, in particolare con la Facoltà di Medicina e Chirurgia, e collabora in modo sinergico con l’AUSL di Ferrara.

La decisione di abbracciare una maggiore digitalizzazione all’interno dell’azienda è stata una risposta innovativa alle crescenti esigenze del settore sanitario, soprattutto per quanto riguarda la gestione delle attività e il controllo delle spese sanitarie.

La presenza di diversi sistemi isolati e eterogenei, ognuno responsabile di una piccola parte del processo, rendeva l’analisi dei costi e dei ricavi complessa e dispendiosa in termini di tempo e risorse.

Pertanto, l’ospedale ha scelto di collaborare con il Business Integrator Abstract, noto per la sua esperienza nella consulenza strategica e nella comprensione delle dinamiche cliniche e ospedaliere, per riorganizzare i processi interni e apportare significativi cambiamenti organizzativi.

Inizialmente, tra il 2004 e il 2005, è stata introdotta l’ERP SAP e implementate funzionalità per l’area amministrativa. Successivamente, tra il 2006 e il 2011, l’area sanitaria è stata anch’essa informatizzata.

Nel 2012, con il trasferimento in una nuova sede ospedaliera, è stata necessaria una revisione delle funzionalità del sistema informativo, specialmente per centralizzare alcune funzioni.

Questo ha portato alla creazione di un nuovo strumento informatizzato, un “planner” di disponibilità di letti e poltrone in tempo reale, accessibile da tutte le unità operative.

Successivamente, l’attenzione è stata rivolta alla documentazione clinica (documenti specialistici e cartella clinica) e, in seguito, alla prescrizione e somministrazione.

L’adozione di SAP ha consentito all’ospedale di ottenere un alto grado di integrazione tra tutte le aree di attività e di sfruttare le capacità di interoperabilità del software con altri sistemi.

Questo ha portato a miglioramenti tangibili e misurabili, tra cui una migliore pianificazione dei ricoveri e delle attività diagnostiche e terapeutiche, una maggiore efficienza nell’utilizzo del personale, una razionalizzazione delle scorte e una riduzione dei consumi.

Luca Chiarini, Responsabile dell’Area Dipartimentale “Innovazione e Sviluppo” dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, ha sottolineato l’importanza di questo progetto per l’innovazione sanitaria in Italia, equiparandolo a realtà internazionali all’avanguardia.

Ha spiegato che l’obiettivo era modernizzare il Sistema Informativo Ospedaliero e coprire tutte le aree non ancora informatizzate, semplificando al contempo l’integrazione tra i sistemi di cura e gestione operativa.

Alessandra Coletti, Project Manager SAP and Healthcare di Abstract, ha evidenziato il ruolo centrale del paziente nel processo grazie all’architettura altamente integrata basata su SAP.

Questa architettura ha reso possibile la condivisione in tempo reale di tutte le informazioni cliniche, assistenziali e amministrative, migliorando il controllo, il monitoraggio, la pianificazione e la riduzione dei rischi e dei costi.

L’ottimizzazione dei processi logistici e del ciclo di approvvigionamento ha inoltre portato a un miglioramento dei risultati finanziari.

Il futuro prevede ulteriori progetti che coinvolgono il personale infermieristico e amministrativo, estendendo la cartella clinica a tutti i reparti e implementando nuovi flussi di lavoro specifici per il pronto soccorso Generale.

L’Azienda ospedaliera sta lavorando anche su progetti che potrebbero aumentare la sua visibilità a livello nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *