Mer. Feb 21st, 2024

Il benessere degli animali è di primaria importanza per i cittadini europei, come evidenziato dai dati di un sondaggio Eurobarometro diffusi oggi

Redazione (fonte UE)

Il sondaggio Eurobarometro Rivela una Forte Preoccupazione per il Benessere degli Animali in Europa

La protezione del benessere degli animali è una priorità fondamentale per gli europei, con risultati sorprendenti emersi dal recente sondaggio Eurobarometro condotto nel marzo 2023.

L’indagine ha rivelato che la stragrande maggioranza dei cittadini europei (84%) ritiene che il benessere degli animali d’allevamento debba essere migliorato nel proprio paese rispetto alla situazione attuale.

Allo stesso modo, l’83% degli intervistati è favorevole a limitare il tempo di trasporto degli animali, mentre il 74% sostiene una migliore protezione del benessere degli animali domestici.

Oltre il 90% degli europei ritiene che le pratiche agricole e di allevamento debbano rispettare criteri etici fondamentali, come fornire spazio, cibo, acqua adeguati e un ambiente idoneo alle esigenze degli animali.

Inoltre, l’indagine ha evidenziato un elevato livello di preoccupazione per il benessere degli animali nei macelli.

Il sondaggio ha svelato che la pratica di uccidere i pulcini maschi subito dopo la schiusa è considerata inaccettabile da tre quarti dei partecipanti, e la stragrande maggioranza è favorevole a vietare l’amputazione di alcune parti del corpo degli animali, a meno che sia strettamente necessaria e avvenga sotto anestesia.

Per quanto riguarda l’allevamento di animali da pelliccia, il 57% degli intervistati ritiene che dovrebbe essere severamente vietato nell’UE, mentre il 32% pensa che potrebbe essere accettabile con condizioni di benessere migliorate.

Quando si tratta di importazioni di prodotti alimentari da paesi terzi, oltre l’84% degli europei ritiene che le norme dell’UE in materia di benessere degli animali dovrebbero essere applicate alle importazioni o che i prodotti dovrebbero essere etichettati in base agli standard di produzione.

È sorprendente notare che, nonostante i prezzi elevati dei prodotti alimentari dovuti all’inflazione al momento dell’indagine, il 60% degli intervistati è disposto a pagare di più per prodotti provenienti da sistemi di allevamento rispettosi del benessere degli animali, con il 26% che accetterebbe di pagare fino al 5% in più.

Il sondaggio Eurobarometro (533) è stato condotto su un campione diversificato di 26.376 partecipanti provenienti da tutti e 27 gli Stati membri dell’UE e da vari gruppi sociali e demografici. La metodologia ha previsto interviste individuali presso le abitazioni o online assistite da computer in alcune nazioni.

Questo sondaggio rivela chiaramente l’importanza del benessere degli animali per i cittadini europei, e si integra perfettamente nella strategia del Green Deal europeo, che mira a migliorare l’equità, la salute e l’ambiente nei sistemi alimentari.

La Commissione europea sta lavorando duramente per rivedere la legislazione sull’UE in materia di benessere degli animali, con un’attenzione particolare alla protezione degli animali durante il trasporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *