Sab. Giu 22nd, 2024

È arrivato il momento per le piattaforme online e i motori di ricerca di dimensioni significative di pubblicare le prime relazioni di trasparenza conformemente al regolamento sui servizi digitali

Redazione

Amazon, LinkedIn, TikTok, Pinterest, Snapchat e Zalando, hanno già condiviso le proprie relazioni di trasparenza.

Questo impegno per la trasparenza è in linea con la Banca Dati della Commissione e i requisiti supplementari per i servizi designati.

Queste misure includono il futuro accesso ai dati per i ricercatori, il tutto al fine di promuovere la trasparenza e la responsabilità nella moderazione dei contenuti online, a beneficio dei cittadini, dei ricercatori e delle autorità di regolamentazione.

Tale iniziativa contribuirà notevolmente al controllo pubblico e alla responsabilità.

Le relazioni di trasparenza devono dettagliare la moderazione dei contenuti sui servizi delle piattaforme, compresi il numero di segnalazioni da parte degli utenti e, una volta attivate, da parte dei segnalatori affidabili.

Devono anche indicare quanti contenuti sono stati rimossi dalla piattaforma stessa, oltre al numero di richieste ricevute dalle autorità giudiziarie o amministrative nazionali competenti.

È necessario fornire informazioni sul grado di precisione e il tasso di errore dei sistemi automatizzati di moderazione dei contenuti.

Le relazioni devono inoltre includere dettagli sui gruppi di moderazione dei contenuti, comprese le loro qualifiche e competenze linguistiche.

Le grandi piattaforme online e i motori di ricerca di dimensioni notevoli devono presentare queste relazioni di trasparenza per la prima volta a partire dal 25 aprile e ripeterlo ogni sei mesi.

Le piattaforme con meno di 45 milioni di utenti e i servizi intermediari dovranno iniziare a pubblicare relazioni annuali di trasparenza quando il regolamento sui servizi digitali sarà applicabile anche a loro, a partire da febbraio 2024.

Inoltre, il regolamento sui servizi digitali conferisce alla Commissione il potere di definire modelli relativi alla forma, al contenuto e ad altri dettagli delle relazioni di trasparenza attraverso atti di esecuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *