Mer. Apr 24th, 2024

La Commissione europea ha inflitto a Apple una multa di oltre 1,8 miliardi di euro per l’abuso della sua posizione dominante sul mercato nell’offerta di applicazioni di streaming musicale agli utenti iPhone e iPad (noti come “utenti iOS”) attraverso il suo App Store

Redazione (fonte UE)

La Commissione europea ha multato Apple con oltre 1,8 miliardi di euro per aver imposto restrizioni agli sviluppatori di app, vietando loro di informare gli utenti iOS su opzioni di abbonamento musicale più convenienti al di fuori dell’App Store. Queste restrizioni, definite “disposizioni anti-steering”, sono state ritenute illegali secondo le normative antitrust dell’UE.

L’indagine ha rivelato che Apple impedisce agli sviluppatori di app di streaming musicale di fornire informazioni complete agli utenti iOS su servizi di abbonamento alternativi più convenienti e di fornire istruzioni su come accedervi.

La decisione della Commissione conclude che queste disposizioni anti-steering di Apple violano l’Articolo 102, lettera a) del trattato sull’Unione europea. Queste condizioni commerciali sleali danneggiano gli interessi degli utenti iOS, che non possono prendere decisioni informate sull’acquisto di abbonamenti musicali in streaming per i loro dispositivi.

La multa di oltre 1,8 miliardi di euro è proporzionata alle entrate globali di Apple e mira a dissuadere comportamenti simili in futuro. La Commissione ha ordinato ad Apple di eliminare le disposizioni anti-steering e di astenersi dal ripetere tali violazioni.

Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva responsabile per la politica di concorrenza, ha dichiarato: “Per un decennio, Apple ha abusato della sua posizione dominante nel mercato delle app di streaming musicale, impedendo agli sviluppatori di informare i consumatori su alternative più convenienti al di fuori dell’ecosistema Apple. Questo è illegale secondo le leggi antitrust dell’UE, e quindi oggi abbiamo multato Apple per oltre 1,8 miliardi di euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *