Sab. Apr 13th, 2024

La Commissione accoglie con favore l’accordo politico raggiunto ieri sera tra il Parlamento europeo e il Consiglio riguardante la normativa sulla cibersolidarietà, proposta dalla Commissione nell’aprile 2023

Redazione (fonte UE)

La legislazione sulla solidarietà cibernetica sarà un importante rinforzo per promuovere la solidarietà a livello europeo al fine di migliorare l’identificazione, la preparazione e la gestione delle minacce e degli incidenti informatici.

In un momento cruciale per la sicurezza cibernetica europea, data l’incidenza delle dinamiche geopolitiche sul panorama delle minacce informatiche nell’UE, questa normativa assume un ruolo fondamentale.

Le disposizioni della legislazione sulla solidarietà cibernetica prevedono tre principali azioni. In primo luogo, sarà istituito un sistema europeo di allerta per la sicurezza informatica, composto da una rete di centri nazionali e transfrontalieri, che utilizzeranno tecnologie all’avanguardia come l’intelligenza artificiale e avanzati metodi di analisi dei dati per individuare tempestivamente minacce e incidenti informatici.

In secondo luogo, sarà creato un meccanismo di gestione delle emergenze cibernetiche, con l’obiettivo di migliorare la preparazione e la capacità di risposta a incidenti informatici significativi e su vasta scala.

In terzo luogo, sarà istituito un meccanismo europeo di revisione degli incidenti di sicurezza informatica, incaricato di riesaminare e valutare gli incidenti informatici significativi e su vasta scala, al fine di fornire raccomandazioni per migliorare la posizione dell’UE in materia di sicurezza cibernetica.

La legislazione sulla solidarietà cibernetica prevede anche un aumento dei finanziamenti per le azioni di sicurezza informatica nell’ambito del programma Europa digitale per il periodo 2025-2027.

Inoltre, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo sulla modifica del regolamento sulla sicurezza informatica, che consentirà l’adozione di sistemi europei di certificazione per i servizi di sicurezza gestiti.

Questo favorirà l’istituzione di fornitori affidabili nell’UE per la sicurezza informatica nell’ambito della legislazione sulla solidarietà cibernetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *