Gio. Mag 30th, 2024

Sorvolando la capitale dell’Uzbekistan: Tashkent vista dalla missione Copernicus Sentinel-2

Redazione

Tashkent è la città più grande dell’Asia Centrale, situata nella parte nord-est dell’Uzbekistan, vicino al confine con il Kazakistan. Nell’immagine, è visibile come un’area grigia in alto a destra. La città è situata nella valle del fiume Chirchiq.

Nell’immagine, si possono osservare vasti campi agricoli che dominano la parte inferiore. La coltura principale di questa regione è il cotone, ma vengono anche coltivati grano, riso, iuta, meloni e verdure.

Al centro dell’immagine, si trova un lago artificiale di colore verde scuro chiamato bacino di Shardara, interamente situato nel territorio del Kazakistan. Lungo i bordi della macchia chiara di terreno coltivato, visibile a sud del bacino, corre il confine tra il Kazakistan e l’Uzbekistan.

All’interno del bacino idrico, i colori più chiari indicano la presenza di sedimento. Questa riserva d’acqua è utilizzata per l’irrigazione ed è stata creata grazie alla diga di Chardara, visibile lungo la riva nord-occidentale del bacino. Il fiume Syr Darya, che scorre verso nord-ovest lungo la striscia verde di campi agricoli nella parte superiore dell’immagine, sfocia nel bacino proveniente dal sud-est. Il fiume è alimentato da sorgenti che si trovano nel deserto circostante.

A ovest del fiume si estende il deserto di Kyzylkum, il quindicesimo deserto più grande al mondo. Immediatamente a sud si trova il lago Aydar, che fa parte del sistema artificiale dei laghi Aydar-Arnasay. Questo sistema copre un’area complessiva di 4.000 km quadrati ed è il più grande bacino idrico dell’Uzbekistan.

Il satellite Copernicus Sentinel-2 è stato progettato per fornire immagini che consentono di distinguere tra diversi tipi di colture e monitorare con precisione la crescita delle piante. Grazie ai frequenti passaggi del satellite sulla stessa area e alla sua elevata risoluzione spaziale, è possibile monitorare attentamente i cambiamenti nei corpi idrici interni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *