Lun. Mar 4th, 2024

Il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo e l’ESA rafforzano la partnership per sostenere l’agricoltura

Redazione

Dati e tecnologie spaziali avanzate per supportare i piccoli produttori rurali nell’affrontare i cambiamenti climatici e aumentare la produzione agricola. Grazie all’espansione della partnership, l’ESA utilizzerà la sua esperienza di alto livello nel telerilevamento fin dalle prime fasi di progettazione dei programmi IFAD. Questo consentirà di ottimizzare la posizione geografica e il monitoraggio delle risorse naturali cruciali per la sussistenza dei piccoli agricoltori, come pascoli, aree forestali, fonti d’acqua e suolo.

Il telerilevamento è un metodo ampiamente utilizzato per studiare a distanza qualsiasi superficie o fenomeno, inclusi i cambiamenti a livello del suolo. I dati terrestri vengono raccolti tramite sensori e strumenti, solitamente montati su satelliti, aerei o droni.

L’adattamento a una crisi climatica sempre più intensa e il suo impatto sulla produzione alimentare richiedono l’adozione di nuove tecniche; non possiamo più fare affidamento sulle vecchie strategie. La collaborazione con l’ESA migliorerà l’efficacia degli investimenti IFAD nel settore agricolo e zootecnico, garantendo una gestione ottimale delle risorse naturali e la capacità di adattarsi ai cambiamenti climatici. Questo tipo di partnership ci consente di fare la differenza nelle comunità rurali più vulnerabili in cui operiamo, ha affermato Gladys Morales, Responsabile Innovazione presso l’IFAD, durante un forum multistakeholder sull’innovazione tenuto presso la sede centrale dell’IFAD a Roma. In un mondo caratterizzato da una crescente variabilità climatica e da fenomeni meteorologici estremi, il telerilevamento fornisce informazioni cruciali per la gestione delle risorse naturali, come l’acqua, e per affrontare tempestivamente eventi come inondazioni o ondate di calore estreme. La partnership tra l’ESA e l’IFAD permette di allineare gli strumenti di finanziamento per lo sviluppo con le più recenti tecnologie spaziali, favorendo l’adattamento ai cambiamenti climatici e agevolando la transizione verso un’economia sostenibile globale, ha dichiarato Benjamin Koetz, responsabile dell’Ufficio Iniziative sostenibili dell’Agenzia Spaziale Europea.

La collaborazione tra IFAD e ESA risale al 2010, con la creazione delle prime mappe sulla copertura del suolo in Madagascar. Di recente, le due organizzazioni hanno collaborato per produrre mappe sulla condizione dei pascoli in Kirghizistan, studi sull’erosione del suolo in Lesotho e l’identificazione delle zone più vulnerabili ai cambiamenti climatici in Tagikistan.

Quest’anno, l’agenzia spaziale e il Fondo delle Nazioni Unite lavoreranno anche sul monitoraggio del movimento del bestiame al pascolo in Sudan, sul rimboschimento in Turchia e su un nuovo programma IFAD sull’agro-ecologia.

Altre partnership per l’innovazione

Oltre alla collaborazione tra IFAD e ESA, il Fondo delle Nazioni Unite sta rafforzando altre partnership nell’ambito dell’innovazione. L’innovazione è la forza motrice dello sviluppo rurale e della lotta contro i cambiamenti climatici. Anche se comporta dei rischi, dobbiamo pensare in modo creativo per supportare i piccoli agricoltori nell’adozione di nuove tecnologie, processi e modelli organizzativi, ha dichiarato Morales.

L’agenzia delle Nazioni Unite ha annunciato un rafforzamento dei legami con l’Acceleratore di Innovazione del PAM. Questa collaborazione, oltre a permettere la mobilitazione di risorse condivise, faciliterà lo scambio di conoscenze e competenze, nonché la sperimentazione e l’implementazione di soluzioni innovative già comprovate.

IFAD sta potenziando la sua partnership con Global Action, un’organizzazione no-profit che opera in tutto il mondo per sostenere l’istruzione gratuita e di qualità. La partnership mira a sostenere i giovani nello sviluppo di idee e soluzioni innovative.

L’agenzia delle Nazioni Unite rafforzerà anche la sua partnership con l’Istituto Europeo di Innovazione per la Sostenibilità attraverso un programma di borse di studio. Studenti provenienti da 86 paesi del Sud del mondo svilupperanno e testeranno soluzioni sostenibili a sostegno dei piccoli agricoltori e delle popolazioni indigene. In precedenza, entrambe le organizzazioni hanno collaborato allo sviluppo di un Programma di Certificazione Alimentare e Sostenibilità.

La Giornata dell’Innovazione 2023 dell’IFAD, in collaborazione con Cariplo Factory, un hub di innovazione, Global Action e il Fondo per l’Innovazione allo Sviluppo, ha presentato i progressi, le opportunità e le potenziali aree di partnership strategiche e cofinanziamento volte ad aumentare l’innovazione a favore delle comunità rurali più vulnerabili. L’evento ha ricevuto il sostegno dei governi di Colombia, Finlandia, Francia, Germania e Norvegia, oltre alla partnership con i media di Adnkronos. Nell’area espositiva sono state presentate soluzioni innovative finanziate da IFAD, dedicate allo sviluppo rurale sostenibile e inclusivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *